Beato Carlo d'Austria

Gesù Divina Misericordia

Ultime notizie

Conferenza dell'Arcivescovo mons. Gianpaolo Crepaldi in occasione della presentazione del libro "Carlo I d'Austria".

Leggi tutto...
 

RELAZIONE SUL PELLEGRINAGGIO DI PACE DELL’UNIONE DI PREGHIERA BEATO IMPERATORE CARLO PER LA PACE TRA I POPOLI
Trieste, 23 ottobre 2010 e Gorizia, 24 ottobre 2010

Si è svolto a Trieste e a Gorizia, rispettivamente sabato 23 ottobre e domenica 24 ottobre 2010, l’annuale pellegrinaggio internazionale di Pace dell’Unione di Preghiera Beato Imperatore Carlo per la Pace tra i Popoli.
I significati del Pellegrinaggio internazionale di Pace e le motivazioni che hanno indotto a scegliere le città di Trieste e Gorizia sono stati illustrati ai giornalisti il giorno di lunedì 11 ottobre presso la sala conferenze del Circolo della Stampa a Trieste.

Leggi tutto...
 

Unione di preghiera Beato Imperatore Carlo per la Pace tra i Popoli

Sabato 23 ottobre 2010 - Trieste
Domenica 24 ottobre 2010 - Gorizia

Leggi tutto...
Novena PDF Stampa E-mail
Scritto da M. Faverzani   
Indice
Novena
Primo Giorno
Secondo giorno
Terzo giorno
Quarto giorno
Quinto giorno
Sesto giorno
Settimo giorno
Ottavo giorno
Nono giorno
Tutte le pagine

Nono Giorno:

La Beata Vergine Maria Carlo fu posto nella Chiesa mariana di Nossa Senhora do Monte a Madera, dove riposa fino ai nostri giorni.
Durante tutta la sua vita il mantello protettivo di Maria fece da scudo all’Imperatore e ciò si nota nei maggiori eventi della sua vita: “Il 19 novembre (arrivo a Madera) era un sabato. Molti dei giorni più importanti nella vita dell’Imperatore caddero di sabato. La sua Cresima avvenne di sabato, divenne maggiorenne e si sposò un giorno di sabato e fu incoronato re d’Ungheria il sabato. Era anche un sabato quando il Re ritornò a casa in Ungheria durante il primo tentativo di restaurazione della monarchia, ed era sabato quando fallì il secondo tentativo di restaurazione, con le terribili conseguenze, la rinuncia a tutte le pretese della corona. Era un fatale sabato quando la famiglia si spostò nella umida atmosfera del Monte e l’ultimo giorno di vita dell’Imperatore, il primo aprile 1922 – quando Dio chiamò il suo fedele servo – era sabato”.
Con il rosario tra le mani, l’Imperatore Carlo combatteva spiritualmente le battaglie della sua vita. È esemplare come egli pregava fedelmente il rosario tutti i giorni. Le perline del rosario ricevute dal Papa Pio X, scivolavano tra le sue dita mentre pregava. Il lavoro governativo poteva esigere urgentemente la sua attenzione, comunque l’Imperatore trovava il tempo necessario per poter recitare un rosario.
Quale fedele figlio di Maria, egli onorava la sua santissima Madre attraverso l’imitazione. Modestia, umiltà e un’aperta, sincera e piacevole natura erano alcune delle virtù che egli preservava in se stesso. Considerazione per la volontà di Dio, devozione ad una vita di profonde preghiere e la devozione a Maria erano principi fondamentali nella sua vita. Quale affettuoso monarca e padre egli permise al suo cuore di essere penetrato dalla spada del dolore, come il cuore della santissima Madre venne trafitto sotto la croce del Figlio.
Preghiera:
Mio Signore e Dio, Ti ringrazio per il bene materno di Maria nella vita dell’Imperatore Carlo. Aiutami per poter seguire il suo esempio con fedeltà e devozione e pregare il rosario tutti i giorni. Ascolta le mie suppliche ed accogli la mia richiesta (enunciare la propria intenzione) attraverso l’intercessione del Beato Carlo d’Austria. Amen.

FAVERZANI M. cit., pp.115-127



 

Carlo I d'Austria tra politica e santità

Disponibili le registrazioni delle trasmissioni "Lettura d'autore: Carlo I d'Austria tra politica e santità" trasmesse su Radio Nuova Trieste nell'estate del 2010, a cura di don Vincenzo Mercante.

Clicca qui per ascoltare le trasmissioni.

Questa opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia. - Vincenzo Mercante
Licenza Creative Commons